sabato 15 marzo 2008

E le birre?

Ancora una volta si soffre.
Ancora una volta all'ultimo tiro.
Ancora una volta la portiamo a casa.

Vittoria per 76-74 in quel di Montebello, che ci lascia a +6 sulla zona playout a quattro giornate dal termine, forse per la salvezza è davvero fatta. La vinciamo più di cuore che di testa, più di agonismo che di schemi, più di cattiveria che di ragione. Ma la vinciamo, mettendo un mattone fondamentale sul nostro campionato, potendoci ora guardare solo avanti e non indietro, sapendo che da ora tutto è possibile. Forse tatticamente una delle peggiori partite dell'anno da parte nostra, ma aver imparato a saper vincere anche queste non può che farci ben sperare per il resto della stagione e per quella prossima.

Si parte ed è subito 12-1, con Scala costretto subito al panchinamento da Gigi (niente coast-to-coast oggi...) che lo grava immediatamente di tre falli. Il Montebello non ci sta però, e punto su punto causa una nostra serie di palle perse e amnesia difensive recupera chiudendo a -3 il primo quarto e opera il sorpasso all'intervallo, dove si trova avanti di 4. Noi dopo i 25p del primo quarto ne segnamo appena 10 nel secondo, faticando a trovare tiri buoni.

A metà partita ci si guarda in faccia l'un l'altro e si capisce l'importanza della posta: una vittoria chiuderebbe i giochi, una sconfitta riaprirebbe tutta la questione con 4 giornate da giocare. Tuttavia al rientro in campo non riusciamo ad avvicinarci troppo, il distacco resta sempre tra i 4 e gli 8 punti, noi segnamo ma loro rispondono... Si continua a giocare con molto casino però, e spesso le conclusioni altro non sono che penetrazioni forzate delle guardie che non trovano sbocco. In chiusura di terzo quarto addirittura ci infilano due volte da 3, di cui uno che credo fosse il primo canestro della sua vita, di tabella quasi dall'angolo e con una meccanica di tiro inguardabile. C'est la vie, mancano 10 minuti e nel basket tutto può succedere.
Vero però che l'ultimo quarto non inizia come vorremmo... Il gap è sempre lì, e quando accenniamo a ridurlo due tecnici in due azioni (a Sassi e alla panchina) ci rispediscono a -7 sul 67-60. Time-out per riordinare le idee, e stavolta la musica cambia.
Si chiude il cancello in difesa lottando su ogni pallone, in attacco si comincia a trovare tiri importanti: prima Gigi con un meraviglioso semigancio di sinistro in faccia a Scala, poi Bovolenta in arresto e tiro (con un libero di Tozzo in mezzo) firmano la parità, a 35'' dalla fine il Montebello ha ancora la palla del sorpasso. Difendiamo ancora una volta da gladiatori, addirittura ne esce una palla rubata e successivo contropiede con Sassi che segna il +2 a 16''.
L'ultima azione, tiro sempre di Scala che si spegne sul primo ferro, lotta atroce a rimbalzo che ci premia e può esplodere ancora una volta la gioia. Nota di demerito l'assenza di birre della vittoria nello spogliatoio, nota di merito il fatto che torniamo a segnare qualche tripla (5, con Bovolenta, Tozzo, Sassi e Rizzini). Migliori in campo più di uno, una giuria di esperti ha eletto invece Giuge il peggiore... Ma c'è stato il ricorso al T.A.R. di Ramon(o) che reclama la stessa posizione, vedremo...

1 commento:

vetor ha detto...

lol :D